1. Da qualche mese ho difficoltà a mantenere un’erezione valida cosa devo fare?

    • L’instabilità erettiva può essere causata da varie condizioni, oggi sempre curabili, ma deve essere inquadrata nella sua precisa origine: malattie metaboliche, fibrosi peniene, disturbi ormonali, stili di vita, assunzione di farmaci, etc e spesso è anche accompagnata da disturbi urinari. Occorre pertanto una valutazione specialistica uro-andrologica che ne definisca l’eziologia, ne tracci il percorso diagnostico e la relativa terapia.

2. Sono preoccupato per un nodulo al pene, cosa devo fare?

    •  Le fibrosi acquisite del pene sono di varia natura: post-traumatiche, da flebotrombosi, da malattia di La Peyronie o Induratio Penis Plastica, da ipossigenazione dei corpi cavernosi come avviene in alcune malattie metaboliche o per cause voluttuarie. L’espressività anatomo-clinica è dirimente per le varie forme di fibrosi e pertanto è necessario un inquadramento specialistico andrologico che ne definisca l’entità ed il conseguente iter diagnostico-terapeutico.